Notizie, tendenze e curiosità sul mondo della moda e del fashion

100moda presenta Street Style Look Book

Un nuovo modo di vivere la moda, dove la o il protagonista e' gente comune. Non piu' catwalk faraonici per scoprire idee e tendenze di moda, non piu' cataloghi in cui si ammirano luoghi e ambientazioni effimere ed impossibili, ma una sorta di quotidianita' piu' vicina alla realta', in una visione, un modo di essere concreti pur lasciando spazio alla fantasia e al sogno.


Sportmax e Bodum presentano ‘Keep the Pot Boiling’ Moda e design agli eventi del Fuori Salone del Mobile

Scritto da Fiamma • Venerdì, 30 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design

Sportmax, linea che anticipa e sintetizza i temi di punta della moda del Gruppo MaxMara e BODUM®, azienda danese specializzata nella produzione di oggetti di design per la cucina e la casa, hanno presentato l’esposizione ‘Keep the Pot Boiling’ all’interno dello Sportmax store di Milano, Via della Spiga 30, in occasione del Salone Internazionale del Mobile 2010.



Un omaggio ad Ettore Sottsass, rinomato architetto e designer italiano del XX secolo. Presentato infatti per la prima volta ed in esclusiva per il Salone del Mobile, il bollitore ETTORE, disegnato nel 1988 dallo Studio Sottsass Associati e solo oggi, dopo 22 anni, realizzato e prodotto da BODUM®.

Con questo oggetto, Sottsass gioca non solo con le forme ed i materiali anche con i colori, in particolare con i pastello.

Il bollitore ETTORE è prodotto in quattro varianti: celeste, limone, verde chiaro e bianco, che ben si integrano con la collezione BODUM® 2010 ricca di brillanti tonalità che aggiungono energia positiva e trasformano le nostre cucine in ambienti allegri e vivaci.

ETTORE inoltre fornisce acqua calda con il minor consumo energetico, indispensabile anche per l’utilizzo della ‘caffettiera alla francese’ – da sempre uno dei prodotti di punta della collezione BODUM® che offre il modo più ecologico per preparare una tazza di caffè eccellente – infatti quest’ultima, per il suo funzionamento, ha bisogno sempre di acqua bollente.

Insieme al bollitore ETTORE, BODUM® presenta PAVINA, una collezione di tazze in ceramica bianca e bicchieri in vetro rivestiti da una banda di silicone colorato, elemento divertente che al tempo stesso però, li rende antiscivolo e atermici al tatto. della Spiga, del marchio Sportmax che nasce alla fine degli anni ’60, influenzato dalla Swinging London e dallo spirito eclettico ed innovativo di quegli anni. E’ una collezione per donne giovani che amano vestirsi con creatività e femminilità.


>>Continua a leggere "Sportmax e Bodum presentano ‘Keep the Pot Boiling’ Moda e design agli eventi del Fuori Salone del Mobile "

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

MINI Design Award 2009. I vincitori e la mostra a Milano

Scritto da Elisa Perino • Mercoledì, 11 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Promosso da MINI in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design (IED) e con la partecipazione dell’Associazione per il Disegno Industriale (ADI), il MINI Design Award ha decretato i vincitori della quinta edizione del concorso dal titolo
“Il futuro della Città: l’ambiente. Aria nuova in città”.

La giuria presieduta da Andrea Castronovo, Presidente e Amministratore Delegato BMW Group Italia, e Gillo Dorfles, filosofo e critico d’arte, ha assegnato i seguenti premi:
  • 1° premio ad Alessandra Rapaccini, per il progetto “City speed turbines”;
  • il premio a Paola Schiattarella, Serena La Daga e Alessia Massimi, autrici di “BLOSSOM”;
  • il 3° premio ad Antigone Acconci e Riccardo Bastiani per “poliPALO”. 

Due menzioni speciali sono state attribuite ai progetti “MINI-manta” di Alessandra Belia e Federico Bistolfi e “sub-e” di Livio Cucuzza.

Il premio sezione on-line è andato invece ad Elena Lana e Cecilia Crestale, autrici del progetto “RI-CITY”.


>>Continua a leggere "MINI Design Award 2009. I vincitori e la mostra a Milano"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Madsen inventa una Family Byke

Scritto da Fiamma • Giovedì, 22 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Shopping
Un nuovo modo di vivere la bicicletta.... al posto del solito cestino, il brand americano Madsen, propone un megacanestro in grado di contenere fino a 271 Kg.!


L'utilizzo è il più svariato, dalla spesa quotiana fino addirittura a poter far star seduti i bambini per portarli all'asilo o al parco giochi!


>>Continua a leggere "Madsen inventa una Family Byke"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tavole da skate, surf e snowboard "tatuate"

Scritto da Fiamma • Venerdì, 2 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Cinquanta, tra tavole da skate, surf e snowboard realizzate da El Rana e customizzate da 20 tra i piu' interessanti artisti della scena new pop italiana.

SHANTI DIVINA - Sisters

El Rana (a.k.a Simone D'Alessio) proviene dal mondo del tatuaggio, dove si e' fatto un nome di tutto rispetto fabbricando oggetti e monili di culto.
Il suo lavoro si sviluppa, dunque, in un ambito prevalentemente extra-artistico, come risultato di un mix equilibrato tra l'iconografia del tatuaggio e la tradizione artigianale dell'oreficeria.
Dopo una breve esperienza come tatuatore, El Rana inizia a realizzare oggetti in cui ricorrono iconografie di stampo religioso e massonico, che incontrano il favore del pubblico delle tattoo convention.

Quella di Simone El Rana per le immagini sacre e' una passione che lo porta a collezionare incisioni, stampe, cromoliti e manufatti legati alla pratica cultuale cristiana, oggetti contraddistinti da immagini bizzarre e grottesche.

Ad attirare l'attenzione dell'artista sono, in particolare, gli Ex voto, oggetti dal fascino indiscutibile che per lui assumono un significato personale, legato al proprio vissuto.


>>Continua a leggere "Tavole da skate, surf e snowboard "tatuate""

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

IKEA e l'UNICEF in India

Scritto da Fiamma • Venerdì, 21 agosto 2009 • Commenti 2 • Categoria: Beneficienza
©UNICEF Italia - Annita Di Donato - India
PRODURRE CON RESPONSABILITÀ - Li riconoscete? Sono i prodotti artigianali dell’Ikea. Lavorati a mano dalle donne di sperduti villaggi indiani, che con il lavoro hanno imparato anche ad acquisire le prime nozioni di libertà, diritti e indipendenza.

Hanno formato piccoli gruppi; aperto micro conti in banca – seppur analfabete – per autofinanziarsi ed evitare di cadere nella trappola dell’indebitamento; imparato a mandare i figli a scuola per garantire loro un futuro migliore; acquisito le prime nozioni su cosa sia il diritto a una vita dignitosa e iniziato a combattere il lavoro minorile.

E questo anche grazie a un’azienda che, tra tante ha deciso di non alimentare il circolo vizioso di ignoranza-sfruttamento-indebitamento, ma di applicare l’etica della responsabilità e, in collaborazione con le grandi organizzazioni mondiali, ha riscritto le regole.

La storia di un viaggio sul campo Ikea-UNICEF che parla di come la responsabilità sociale porti sviluppo.

Con l’aiuto dell’Ikea, l’UNICEF ha avviato, nei villaggi in cui vengono prodotti i manufatti, circuiti di scuole informali per permettere, a tutti i bambini tra gli 8 e i 12 anni che non sono mai andati a scuola, di recuperare le basi del leggere, contare e scrivere e potersi così reinserire in un ciclo scolastico ufficiale.

Si tratta di scuole all’aperto, in cui vengono applicate gioiose modalità di insegnamento. Canzoni, filastrocche, giochi: tutto quello che può servire a far recuperare in un paio di anni le classi mancanti. A oggi più di 10.000 bambini sono rientrati nel sistema scolastico ufficiale.


>>Continua a leggere "IKEA e l'UNICEF in India"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mostra di Karim Rashid presso il Luxury Mall di Porto Cervo

Scritto da Fiamma • Venerdì, 17 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Entertainment
Talenti inaugura la grande mostra di Karim Rashid  presso il Luxury Mall Vittoria Design di Porto Cervo.
Un evento estivo super vip a Porto Cervo dedicato all'opera di KARIM RASHID.


TALENTI, azienda che produce eleganti ed originali collezioni di arredamento per esterno ed interno, grazie alla collaborazione avviata con il noto designer dal 2008, quest’estate promuove il design contemporaneo come forma d’arte, ovvero l’arte che diventa lifestyle.

La mostra si svolge all'interno del nuovo Luxury Mall Vittoria, spazio espositivo di circa 1000 mq. ubicato sulla nota promenade di Porto Cervo, che ospita una personale dedicata a Rashid, star indiscussa del design internazionale, parallelamente a linee di complementi d'arredo di lusso e mobili di contemporary design, tutto by Karim.

La grande festa d’inaugurazione, fissata per il 7 agosto, vede protagonista Karim Rashid in qualità di ospite d’onore della serata che insieme a Fabrizio Cameli, Presidente della Talenti, daranno vita ad un esclusivo VIP PARTY.


>>Continua a leggere "Mostra di Karim Rashid presso il Luxury Mall di Porto Cervo"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Venezia: GLASSTRESS

Scritto da Fiamma • Venerdì, 10 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
L'esposizione presenta le opere di 45 tra i più conosciuti artisti contemporanei che si sono confrontati con l'arte vetraria, da César a Tony Cragg, da Lucio Fontana a Dan Graham, da Orlan a Joseph Kosuth, da Man Ray a Jean Arp, a Louise Bourgeois, ad altri ancora che si sono confrontati nell'arco della loro carriera con la tecnica vetraria.

Tagliapietra

L'esposizione si presenta come uno dei più originali eventi collaterali della 53 esima Esposizione Internazionale d'Arte La Biennale di Venezia.

Glass Stress è un progetto ideato e organizzato da Adriano Berengo, con la consulenza di Laura Mattioli Rossi e Rosa Barovier Mentasti. Adriano Berengo ha visto come il tema della Biennale di quest'anno, ovvero "la costruzione di nuovi mondi", potesse dare lo spunto per proporre un'iniziativa che fosse un tentativo di immaginazione di un mondo altro, un contesto dove il vetro, grazie all'idea di grandi artisti internazionali, avesse la possibilità di mostrare le sue potenzialità.

Il vetro è un materiale da sempre apprezzato per la sua duttilità, per le caratteristiche fisiche inalterabili e la ricchezza espressiva delle forme ma, nel corso dei secoli, ha dovuto esercitare grandi pressioni e compiere enormi sforzi - quello 'stress' di cui si parla nel titolo - per liberarsi dai cliché che lo imprigionavano e relegavano ad ambiti e utilizzi limitati.


>>Continua a leggere "Venezia: GLASSTRESS"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Armani/Casa Exclusive Textiles by Rubelli

Scritto da Fiamma • Giovedì, 2 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Fashion
Il Gruppo Armani ha il piacere di annunciare la nascita di una partnership fra Armani/Casa e l’azienda Rubelli per la creazione, produzione e distribuzione di tessuti per l’arredamento.


In occasione dello scorso Salone del Mobile di Milano è stata presentata la prima collezione all’interno dello spazio Armani/Casa Via Manzoni 31.
La linea è stata battezzata “Armani/Casa Exclusive Textiles by Rubelli” e sarà disponibile già a partire da Settembre in tutto il mondo, nei punti vendita Armani/Casa e Rubelli.

La prima collezione, articolata tra jacquard, damaschi, velluti e tende, è concepita per soluzioni abitative contemporanee e cosmopolite. La seta svolge un ruolo primario anche nei tessuti della nuova collezione.

Leitmotif
delle creazioni sono gli anni ‘20 e ‘30 rivisitati attraverso suggestive interpretazioni di documenti e temi dei primi decenni del Novecento.
Contenuti riconducibili a quegli anni - quali la stilizzazione degli elementi vegetali, la sinuosità delle linee e il tema animalier - si ritrovano nei pattern più significativi della collezione. Non mancano textures e cult item di Armani, quali gli scacchi, la tela “damier”, gli uniti e i micro pattern interpretati in questa collezione con nuove lavorazioni e nelle colorazioni proprie della Maison.


>>Continua a leggere "Armani/Casa Exclusive Textiles by Rubelli"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Mito - Mark Quinn

Scritto da Fiamma • Venerdì, 26 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
La Galleria d'Arte Moderna Palazzo Forti del Comune di Verona ha realizzato una straordinaria mostra di arte contemporanea dedicata a Marc Quinn, uno degli esponenti più originali della Young British Art, tra i maggiori artisti a livello mondiale.

La mostra, curata da Danilo Eccher, è stata selezionata come evento collaterale alla 53. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia.

Marc Quinn sarà presente a Verona con una completa selezione di opere in un evento espositivo che darà alla città una prestigiosa rilevanza internazionale.

La mostra si sviluppa lungo un percorso che coinvolge i principali siti storici della città con cui dialogano alcune grandi installazioni di Marc Quinn, posizionate nella cornice scenografica dei monumenti più rappresentativi, da Piazza Bra a Castelvecchio, a Porta Borsari.

Il percorso si completa, infine, nella mitologica Casa di Giulietta, "cuore" della rassegna, dove è esposta, accanto ai suoi più celebri lavori - come il ciclo straordinario dedicato ai Flowers Paintings - anche una serie di opere inedite e l'importantissima Siren, realizzata in oro massiccio, esposta tra dicembre 2008 e gennaio 2009 al British Museum di Londra.
Il collegamento tra i luoghi fisici e ideali del percorso sta proprio nel tema scelto dal curatore e dall'artista stesso: il Mito.


>>Continua a leggere "Il Mito - Mark Quinn"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Cannes: 7° Festival de la Photographie de Mode

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 24 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Maurizio Galante protagonista del Festival de la Photographie de Mode che si terrà fino al 28 agosto a Cannes.

Quest’anno la manifestazione renderà omaggio a Guy Bourdin, grandissimo fotografo di moda che ancora oggi, 18 anni dopo la scomparsa, continua a ispirare intere generazioni di fotografi di moda.

Insieme alle foto del fotografo ospite, verranno esposte, al Palm Beach Casino e sulla Croisette, le opere di 70 fotografi di moda venuti da tutto il mondo.
Tra i partecipanti di questa edizione troviamo Rafael Y. Herman, che è stato chiamato per partecipare alla settima edizione del festival dopo il successo ottenuto l’anno scorso con le foto scattate appositamente per il concorso con la collaborazione di Vivienne Westwood. L’artista e fotografo israeliano, che vive e lavora a Milano e i cui lavori spaziano dalla ricerca artistica alla moda, dai reportage ai set cinematografici, è noto per il progetto fotografico Bereshit-Genesis, esposto per la prima volta a Milano nel 2006, nella prestigiosa “Sala delle Cariatidi” di Palazzo Reale.

In quest’occasione Herman ha sperimentato una tecnica di fotografia innovativa, basato sul solo utilizzo della luce della luna per gli scatti.
Sono in programma delle mostre del fotografo a Londra, New York e al Centro Pompidou a Parigi.

Per quest’edizione del Festival, Herman ha preso spunto dal mondo dei fumetti e dalla Parigi anni ’30 stile moulin-rouge e ha utilizzato tecniche cinematografiche per i suoi scatti.


>>Continua a leggere "Cannes: 7° Festival de la Photographie de Mode"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!