Notizie, tendenze e curiosità sul mondo della moda e del fashion

100moda presenta Street Style Look Book

Un nuovo modo di vivere la moda, dove la o il protagonista e' gente comune. Non piu' catwalk faraonici per scoprire idee e tendenze di moda, non piu' cataloghi in cui si ammirano luoghi e ambientazioni effimere ed impossibili, ma una sorta di quotidianita' piu' vicina alla realta', in una visione, un modo di essere concreti pur lasciando spazio alla fantasia e al sogno.


Sportmax e Bodum presentano ‘Keep the Pot Boiling’ Moda e design agli eventi del Fuori Salone del Mobile

Scritto da Fiamma • Venerdì, 30 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design

Sportmax, linea che anticipa e sintetizza i temi di punta della moda del Gruppo MaxMara e BODUM®, azienda danese specializzata nella produzione di oggetti di design per la cucina e la casa, hanno presentato l’esposizione ‘Keep the Pot Boiling’ all’interno dello Sportmax store di Milano, Via della Spiga 30, in occasione del Salone Internazionale del Mobile 2010.



Un omaggio ad Ettore Sottsass, rinomato architetto e designer italiano del XX secolo. Presentato infatti per la prima volta ed in esclusiva per il Salone del Mobile, il bollitore ETTORE, disegnato nel 1988 dallo Studio Sottsass Associati e solo oggi, dopo 22 anni, realizzato e prodotto da BODUM®.

Con questo oggetto, Sottsass gioca non solo con le forme ed i materiali anche con i colori, in particolare con i pastello.

Il bollitore ETTORE è prodotto in quattro varianti: celeste, limone, verde chiaro e bianco, che ben si integrano con la collezione BODUM® 2010 ricca di brillanti tonalità che aggiungono energia positiva e trasformano le nostre cucine in ambienti allegri e vivaci.

ETTORE inoltre fornisce acqua calda con il minor consumo energetico, indispensabile anche per l’utilizzo della ‘caffettiera alla francese’ – da sempre uno dei prodotti di punta della collezione BODUM® che offre il modo più ecologico per preparare una tazza di caffè eccellente – infatti quest’ultima, per il suo funzionamento, ha bisogno sempre di acqua bollente.

Insieme al bollitore ETTORE, BODUM® presenta PAVINA, una collezione di tazze in ceramica bianca e bicchieri in vetro rivestiti da una banda di silicone colorato, elemento divertente che al tempo stesso però, li rende antiscivolo e atermici al tatto. della Spiga, del marchio Sportmax che nasce alla fine degli anni ’60, influenzato dalla Swinging London e dallo spirito eclettico ed innovativo di quegli anni. E’ una collezione per donne giovani che amano vestirsi con creatività e femminilità.


>>Continua a leggere "Sportmax e Bodum presentano ‘Keep the Pot Boiling’ Moda e design agli eventi del Fuori Salone del Mobile "

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

COMF(A)RT IS LIBERATION Stonefly premia il talento

Scritto da Fiamma • Domenica, 25 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design

COMF(A)RT IS LIBERATION Stonefly premia il talento dei giovani artisti della Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia



Stonefly ha un forte legame con il proprio territorio ed è aperta a sperimentare nuove forme e linguaggi di comunicazione.
Per farlo ha scelto Venezia - la città per eccellenza dell’arte e del camminare, dove il bello e il concreto si uniscono – e la prestigiosa Fondazione Bevilacqua la Masa, che dal 1898 sostiene i giovani artisti divenendone rapidamente punto di riferimento e trampolino di lancio.

Tramite un bando di concorso, la Fondazione assegna ogni anno dodici “studi d’artista” che possono essere impiegati come atelier personali da giovani talentuosi, trasformandosi in luoghi di sperimentazione creativa e di contaminazione artistica.

E' così che è nato il progetto Stonefly Cammina con l’arte il cui obiettivo è donare a questi giovani talenti un sostegno concreto per sviluppare ed esprimere la propria creatività. Stonefly però non vuol essere un semplice sponsor, bensì parte attiva del processo creativo.


>>Continua a leggere "COMF(A)RT IS LIBERATION Stonefly premia il talento "

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Roma: Genio futurista di Giacomo Balla

Scritto da Fiamma • Giovedì, 3 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Il Sindaco di Roma Gianni Alemano ed il Presidente di Biagiotti Group Laura Biagiotti offrono al grande pubblico la visione dell’opera di Giacomo Balla “Genio Futurista”, fondamentale opera dell’artista non esposta da più di trent’anni.


La monumentale opera (olio su tela d’arazzo, cm. 279×381, la più grande mai realizzata da Balla) è entrata recentemente a far parte della ricca collezione di opere di Giacomo Balla raccolte dalla stilista Laura Biagiotti, che nel 1996 ha dato vita insieme alle figlie di Gianni Cigna, alla Fondazione Biagiotti Cigna, in memoria del marito prematuramente scomparso, con la direzione scientifica di Fabio Benzi.

La Collezione è nata da una grande passione per l’arte e riunisce oltre duecento lavori dell’artista, di cui uno dei nuclei principali è costituito dagli studi realizzati da Balla per la moda e rappresenta il maggiore e più importante insieme sulle arti applicate futuriste che esista; l’intera collezione è stata presentata nel 1996 a Mosca nel Museo Puskin e nel 1998 a Roma presso il Chiostro del Bramante.

E’ certamente un’occasione importante, non soltanto perché il grande arazzo è sempre stato ritenuto unanimemente e in primo luogo dallo stesso Balla, l’opera cardine della sua presenza all’Esposizione di Parigi del 1925, presenza altamente simbolica per l’origine e gli sviluppi dell’art déco, ma anche perché consente al pubblico di avvicinarsi e riscoprire il fascino di una collezione emozionante e prestigiosa, costruita con pazienza e passione dalla famiglia Biagiotti Cigna.


>>Continua a leggere "Roma: Genio futurista di Giacomo Balla"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

MINI Design Award 2009. I vincitori e la mostra a Milano

Scritto da Elisa Perino • Mercoledì, 11 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Promosso da MINI in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design (IED) e con la partecipazione dell’Associazione per il Disegno Industriale (ADI), il MINI Design Award ha decretato i vincitori della quinta edizione del concorso dal titolo
“Il futuro della Città: l’ambiente. Aria nuova in città”.

La giuria presieduta da Andrea Castronovo, Presidente e Amministratore Delegato BMW Group Italia, e Gillo Dorfles, filosofo e critico d’arte, ha assegnato i seguenti premi:
  • 1° premio ad Alessandra Rapaccini, per il progetto “City speed turbines”;
  • il premio a Paola Schiattarella, Serena La Daga e Alessia Massimi, autrici di “BLOSSOM”;
  • il 3° premio ad Antigone Acconci e Riccardo Bastiani per “poliPALO”. 

Due menzioni speciali sono state attribuite ai progetti “MINI-manta” di Alessandra Belia e Federico Bistolfi e “sub-e” di Livio Cucuzza.

Il premio sezione on-line è andato invece ad Elena Lana e Cecilia Crestale, autrici del progetto “RI-CITY”.


>>Continua a leggere "MINI Design Award 2009. I vincitori e la mostra a Milano"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Beauty Farm - La bellezza del corpo tra Idealizzazione e Ossessione

Scritto da Fiamma • Giovedì, 29 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Beauty Farm La bellezza del corpo tra Idealizzazione e Ossessione. Mostra collettiva

Con testo critico di Vera Agosti e un'intervista sulla bellezza a Vittorio Sgarbi Da ideale classico per eccellenza a simbolo di perfezione solo apparente e -superficiale- nell'odierna società dello spettacolo, la bellezza e' oggi insieme la metafora di uno status sociale e di una condizione esistenziale, una qualità ottenibile a suon di creme, lifting e palestra e un simbolo di perfezione interiore, un traguardo a portata di tutti o un sogno apparentemente irrealizzabile.


Da sempre inseguita dagli artisti nei secoli passati e oggi, spesso, disprezzata dagli artisti contemporanei per la carica di retorica un po'-vecchio stile- che rischia sempre di portarsi dietro, la Bellezza del corpo (femminile e maschile) appare oggi, nell'arte, come un oggetto assai difficilmente identificabile: desiderata o apertamente rifiutata, piegata a esigenze di denuncia sociale o mutilata, e poi ancora deformata, svelata nei suoi meccanismi di artificialità e di mascheramento della -vera- condizione fisica di chi pare ostentarla, la Bellezza oggi appare allo stesso tempo una condizione invidiabile e un testimone ingombrante che sembra pero' non volersi fare da parte rispetto ai -nuovi- miti della contemporaneità.


>>Continua a leggere " Beauty Farm - La bellezza del corpo tra Idealizzazione e Ossessione"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

A Pisa la mostra: Chagall e il Mediterraneo

Scritto da Fiamma • Venerdì, 9 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Chagall e il Mediterraneo - 150 opere, tra dipinti, sculture, ceramiche e litografie a cura di Claudia Beltramo Ceppi e Meret Meyer

Dal 9/10/09 al 17/1/10 a Palazzo Blu, la mostra presenterà 150 opere, tra dipinti, sculture, ceramiche e litografie, create dall'artista russo a partire dal 1926 quando, per la prima volta, incontro' la luce, i colori e il paesaggio del Mediterraneo e dei paesi che vi si affacciano, dalla Francia, alla Grecia, alla Terra Santa.

Marc Chagall, Printemps au pré (1954-1956) © by SIAE 2009

L'esposizione e' la prima di un ciclo triennale dedicato ai grandi maestri dell'arte del Novecento e al loro rapporto con le tradizioni, la luce e le culture del Mediterraneo e che, nel 2010, vedrà protagonista Joan Miró.
L'autunno pisano sarà illuminato dai colori caldi di Chagall.


>>Continua a leggere "A Pisa la mostra: Chagall e il Mediterraneo"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Moda e Made in Italy tra Arte e Design

Scritto da Fiamma • Sabato, 3 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Moda e Made in Italy tra Arte e Design - La qualita' oltre al griffe.

Collettiva a cura di Elena Imberbi e Mario Barbero
La contaminazione tra le competenze tecniche dell'industria tessile, il saper fare proprio della sartoria artigianale e le arti visive ha permesso di scrivere, con riferimento alla prima metà del Novecento, le pagine piu' prestigiose della storia della moda.


Dal Fauvisme al Cubismo, dall'Art Nouveau al Futurismo, tutte le Avanguardie artistiche hanno ispirato profondamente la moda e attraverso di essa la società e i suoi costumi, segnando di fatto l'ingresso dell'Arte con la A maiuscola nella produzione tessile seriale.

Il rapporto tra l'Arte e il mondo della Moda nella sua totalità e' stato a volte solo provocatorio, ma molto piu' spesso esplicitamente orientato a contribuire al rinnovamento della società e dei comportamenti. Il connubio tra creatività artistica e produzione di tessuti, capi d'abbigliamento e accessori e' pero' andato indebolendosi con il passare del tempo, lasciando un vuoto che in parte e' stato occupato dalle competenze del moderno design.


>>Continua a leggere "Moda e Made in Italy tra Arte e Design "

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tavole da skate, surf e snowboard "tatuate"

Scritto da Fiamma • Venerdì, 2 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Cinquanta, tra tavole da skate, surf e snowboard realizzate da El Rana e customizzate da 20 tra i piu' interessanti artisti della scena new pop italiana.

SHANTI DIVINA - Sisters

El Rana (a.k.a Simone D'Alessio) proviene dal mondo del tatuaggio, dove si e' fatto un nome di tutto rispetto fabbricando oggetti e monili di culto.
Il suo lavoro si sviluppa, dunque, in un ambito prevalentemente extra-artistico, come risultato di un mix equilibrato tra l'iconografia del tatuaggio e la tradizione artigianale dell'oreficeria.
Dopo una breve esperienza come tatuatore, El Rana inizia a realizzare oggetti in cui ricorrono iconografie di stampo religioso e massonico, che incontrano il favore del pubblico delle tattoo convention.

Quella di Simone El Rana per le immagini sacre e' una passione che lo porta a collezionare incisioni, stampe, cromoliti e manufatti legati alla pratica cultuale cristiana, oggetti contraddistinti da immagini bizzarre e grottesche.

Ad attirare l'attenzione dell'artista sono, in particolare, gli Ex voto, oggetti dal fascino indiscutibile che per lui assumono un significato personale, legato al proprio vissuto.


>>Continua a leggere "Tavole da skate, surf e snowboard "tatuate""

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Fondazione Zegna: i cani scultura

Scritto da Fiamma • Venerdì, 25 settembre 2009 • Commenti 1 • Categoria: Arte e design
I nostri colleghi di 100caniegatti e di 100bimbi saranno felici di questa originale e coinvolgente iniziativa d'arte e clutura promossa dalla Fondazione Zegna.

Il 19 settembre ha inaugurato con un’opera pubblica dell’artista italiano Alberto Garutti la seconda edizione del progetto di arte contemporanea ALL’APERTO.

Protagonisti d’eccezione i cani: Eva, Pulce, Sbadiglio, Lampo, Ferro, Sissi e Otto, Luna e altri, i cani presenti nelle diverse frazioni, scelti, descritti e disegnati dai bambini.
Si è così avviato un meccanismo spontaneo di partecipazione, grazie al quale Garutti ha potuto incontrare e coinvolgere molti abitanti del posto, dai famigliari degli alunni ai possessori degli animali, alle autorità comunali, e sviluppare un’intensa relazione con i luoghi.

Il risultato finale è un’opera pubblica che può essere utilizzata (e "adottata") da tutti: una serie di panchine in cemento sulle quali siedono uno o due ritratti dal vero dei cani.

Su ciascuna, una didascalia esplicativa che funge sia da dedica, che da titolo: Il cane qui ritratto appartiene a una delle famiglie di Trivero. Quest’opera è dedicata a loro e alle persone che sedendosi qui ne parleranno.

ALL’APERTO è un'iniziativa della Fondazione Zegna, istituzione non profit che dal 2000 sostiene progetti in ambito culturale, sociale, medico e ambientale per comunità localizzate in varie parti del mondo.
Nata con l'intento di rendere sempre più fruibile l'accesso all'arte contemporanea e ai suoi valori.


>>Continua a leggere "Fondazione Zegna: i cani scultura"

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milano: Moda tra le bambole- “Unconscious Beauty”

Scritto da Fiamma • Venerdì, 18 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Arte e design
Moda tra le bambole: mostra retrospettiva di Mauro Agnolini

Appuntamento a Milano, dal 23 settembre al 3 ottobre, presso “Can Can, Paris à Milan”, con la mostra “Unconscious Beauty” dedicata a Mauro Agnolini, il sarto delle bambole, dove la moda incontra le bambole.

In un itinerario di esemplari esclusivi che guideranno attraverso il costume d'epoca e l'alta moda. 

Nel ‘700 i grandi sarti europei utilizzavano, come biglietto da visita del loro lavoro, delle bambole manichino vestite con creazioni all’ultima moda.

Gli abiti erano fedeli riproduzioni di quelli per le persone, realizzati in miniatura con dettagli precisi ed indossati su bambole non più grandi di 100 centimetri che venivano spedite alla possibile clientela.
Dopo aver visionato il corredo, la cliente decideva quale abito si sarebbe fatta confezionare a sua misura. 
La tradizione per queste bambole si è mantenuta nel tempo, evolvendosi nel significato e nell'aspetto.

Le bambole manichino contemporanee sono internazionalmente definite “Fashion Doll”, bambole alla moda che, come i veri adulti, hanno un vasto guardaroba, ispirato al gusto attuale ma con il compito di educare l’infanzia allo stile, alla moda.

Il collezionismo di queste ultime è in auge da più di 30 anni. In ambito italiano, uno dei grandi rappresentanti di alta sartoria contemporanea per Fashion Doll è stato Mauro Agnolini.
La mostra sarà una piccola galleria delle sue opere ispirate al costume storico, partendo dalla moda del '500 all’Haute Couture del XX secolo dei grandi designer come Chanel, Dior, Balenciaga, Givenchy e omaggiando anche il grande Cinema.


>>Continua a leggere "Milano: Moda tra le bambole- “Unconscious Beauty” "

Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!